Riso al salto

Difficoltà: 
Facile
Portata: 
Primo
Tempo di cottura: 
50 minuti
Ingredienti: 

Ingredienti per 4 persone

- 280g di riso carnaroli

- 80g di cipolla bianca

- 120ml di vino bianco

- 1 cucchiaino di zafferano

- 80g di parmigiano grattugiato

- 50ml di brodo vegetale

- 40g di burro

- Olio EVO q.b.

- Sale fino q.b.

- Pepe nero q.b.

Il riso al salto è una tipica ricetta della cucina lombarda, che nasce come modo per recuperare gli avanzi del risotto allo zafferano del giorno prima. Consiste in un tortino di riso, saltato in padella con una noce di burro, dall’aspetto dorato e croccante. Una vera e propria golosità antispreco!

In questa ricetta seguiremo ogni passo, dalla cottura del riso giallo alla creazione dei tortini. Realizzarlo è molto semplice, scopriamo come fare!

 

Preparazione
Per preparare il vostro riso al salto cominciate sbucciando la cipolla e tagliandola a dadini. Fate sciogliere un po’ di burro in una pentola antiaderente a fuoco medio, aggiungete la cipolla tagliata e rosolatela finché non acquisterà la doratura. Dopodiché unite il riso e fatelo tostare bene finché non si insaporisce.

Nel frattempo sciogliete lo zafferano in un bicchiere di vino. Versatelo sul riso e fatelo sfumare. Continuate a far cuocere il riso aggiungendo ogni tanto dei mestoli di brodo e tenendolo mescolato ogni tanto per evitare che si attacchi al fondo della padella.

Raggiunta la cottura, aggiustate di sale e pepe, aggiungete il parmigiano grattugiato ed il burro rimastovi e fate mantecare il riso finché tutti gli ingredienti non si saranno amalgamati per bene. Una volta terminato, lasciate raffreddare il risotto.

A questo punto prendete i coppapasta e oliate i bordi. Versateci il risotto e riponeteli in frigorifero per un paio d’ore.
Terminato il tempo accertatevi che i vostri tortini si siano ben rassodati e passateli in padella con un filo d’olio a fuoco medio-alto fino ad abbrustolirli.

Servite i vostri tortini quando sono ancora caldi e siate pronti a gustarveli in tutta la loro semplice bontà!

Non ci resta che augurarvi buon appetito!