Piadina Romagnola

Difficoltà: 
Facile
Portata: 
Altro
Tempo di cottura: 
10 minuti
Ingredienti: 

Ingredienti per 6 porzioni

  • 500 g di farina 00
  • 220 g di acqua
  • 80 g di strutto oppure 80 ml di olio extravergine
  • 10 g di sale
  • 10 g di lievito istantaneo per torte salate (oppure bicarbonato)

La piadina romagnola, o piada per i più affezionati, è uno dei capisaldi della tradizione gastronomica della Romagna, tanto da ​essere tutelata dal marchio IGP. 

Nata come piatto povero nelle campagne romagnole, oggi rappresenta uno street food simbolo della Regione e dell’Italia nel mondo! 

In base alla zona possono variare ricetta e spessore: ad esempio nelle zone di Rimini è più sottile e croccante, mentre nella bassa Romagna è più alta, spessa e morbida. 

La ricetta originale prevede l’uso dello strutto, un tempo il condimento principale e più economico, ricavato dalla lavorazione del maiale. Anche se si vanno contro le regole della tradizione, la piadina può essere anche realizzata con una variante più salutare, l’olio di oliva.

Vediamo insieme la ricetta originale della Piadina romagnola, quella classica, leggermente spessa e di una squisitezza unica!

Preparazione

Prima di tutto inserite in una ciotola la farina e mescolatela con lievito setacciato e sale. 

Aggiungete al centro l’acqua e lo strutto morbido, oppure l’olio, e impastate energicamente. Se necessario aggiungete una spolverata di farina finché l'impasto risulterà morbido ma non appiccicoso.

Ora coprite il tutto con una pellicola e lasciate riposare per 40 minuti a temperatura ambiente.

 

Riprendete quindi il panetto e impastate pochi secondi senza farina in modo da ottenere una palla liscia e dividetela in 6 porzioni da circa 130-140 grammi ciascuna.

Ricavate da ogni porzione delle palline dalla superficie liscia e lasciatele riposare per 15 minuti coperte da pellicola.

Con l’aiuto di un mattarello stendete ora ogni panetto, realizzando la forma di un disco dello spessore di circa 2 mm.

 

A questo punto, cuocetele a fuoco moderato circa 2 minuti in una padella antiaderente o una piastra liscia e giratele quando si saranno formate le bolle.

Cuocete ancora 50 secondi per ogni parte girandole un altro paio di volte e farcite a piacere con quello che preferite! 

Ed ecco pronta la vostra piadina romagnola!

 

Consigli utili:

  • Una volta cotte e freddate le piadine, potete avvolgerle in una pellicola per alimenti, lasciandole a temperatura ambiente e conservandole in un luogo fresco e asciutto per 2 giorni. 
  • Per fare una buona piadina romagnola serve una cottura uniforme e non aggressiva; perciò scaldate bene la teglia a fuoco vivace e poi abbassate di poco il fuoco monitorando sempre la cottura girandola.

 

Nei Supermercati Visotto potete procurarvi tutto il necessario per realizzare una piadina tradizionale romagnola fatta in casa con le vostre mani!