Brasato al Barolo

Difficoltà: 
Facile
Portata: 
Secondo
Tempo di cottura: 
140 minuti
Ingredienti: 

Ingredienti per 4 persone 

  • 1 kg di manzo, taglio cappello del prete 
  • 750 ml di Barolo 
  • 160 g di carote
  • 100 g di sedano 
  • 180 g di cipolle dorate
  • 1 spicchio di aglio 
  • 1 rametto di rosmarino 
  • 2 foglie di alloro 
  • 3 chiodi di garofano 
  • pepe nero in grani q.b.
  • cannella in stecche 
  • 15 g di burro 
  • 50 g di olio extravergine d'oliva 
  • q.b. sale fino

Il Brasato al Barolo è un piatto classico della tradizione culinaria italiana, più precisamente, un secondo piatto piemontese. Si prepara utilizzando l'omonimo vino rosso prodotto con uve Nebbiolo, tipiche di questa zona. 

Il punto di forza di questo piatto è la morbidezza della sua carne, pregiata e succulenta, appoggiata su un letto di sugo ricco di sapore e di aromi.

Si racconta che Camillo Benso conte di Cavour lo mangiò il 29 aprile 1859, dopo aver respinto l’ultimatum austriaco al disarmo, una scelta che ci condusse all’Unità d’Italia!

Se si vuole assaporare al meglio questa interessante ricetta, il nostro consiglio è quello ovviamente di accompagnarla con una bottiglia di ottimo Barolo.

 

Vediamo insieme la sua preparazione!

 

Preparazione

Cominciate preparando un sacchettino aromatico con pezzo di garza sterile: riempitelo con chiodi di garofano, grani di pepe e cannella e chiudetelo con dello spago da cucina. Legate attorno al sacchettino anche alcuni rami di rosmarino e le foglie di alloro.

Pulite il sedano, la carota e la cipolla e tagliateli a tocchetti grossi (2-3 cm), infine mondate lo spicchio d’aglio.

In una ciotola capiente ponete la carne, le verdure, il sacchettino con le erbe aromatiche e le spezie, versate poi il vino fino a coprire per intero la carne.

 

Ricoprite il tutto con la pellicola trasparente e lasciate marinare in frigorifero dalle 8 alle 12 ore. Una volta trascorso il tempo, scolate il tutto senza buttare via il fondo.

 

Prendete poi la carne e ponetela sul tagliere, asciugandola con della carta assorbente.

Nel frattempo in una padella, lasciate sciogliere il burro nell’olio a fuoco medio; non appena sarà ben caldo aggiungete la carne e lasciatela rosolare a fuoco vivace. Fate in modo di creare una croccante crosticina su tutti i lati, rigirando la carne. 

 

Trasferite poi la carne e il suo fondo in una pentola capiente a fuoco medio per qualche secondo e poi, a fuoco basso, unite le verdure scolate, lasciandole insaporire per circa 15 minuti. Ora potete regolare di sale e coprire fino a metà la carne con la sua marinatura. 

 

Portate a bollore il tutto e, chiudendo con il coperchio, lasciate sobbollire per 1 ora, abbassando un po’ la fiamma. Se dovesse servire, potete aggiungere ancora un po’ di liquido di marinatura. 

 

Fate cuocere la carne per un’altra ora. Una volta cotto il brasato toglietelo dalla pentola e mettetelo su un piatto coprendolo con il coperchio. 

 

Dopo aver eliminato gli aromi, raccogliete un po’ di sugo e tenetelo da parte, e con il mixer ad immersione frullate le verdure e il fondo di cottura.

In questo modo potrete aggiungere il liquido al bisogno, ottenendo la consistenza desiderata.

 

Affettate poi la carne e disponetela su un bel piatto da portata, bagnando abbondantemente le fette con la salsa. Il vostro Brasato al Barolo è pronto per essere gustato!

 

Consigli utili:

 

  • Per il Brasato occorre scegliere un pezzo di carne ricavato dal muscolo di spalla o coscia, dato che questi tagli contengono la giusta quantità di grasso e di nervature che permettono alla carne in cottura di mantenersi morbida e tenera. 

 

Adesso che sapete tutto quello che c'è da sapere sul Brasato al Barolo, non vi resta che mettervi ai fornelli per realizzare questo preziosissimo cult della nostra cucina! 

Buon appetito!