Piccoli consigli per una spesa intelligente

In questo periodo di quarantena forzata, in cui siamo obbligati a limitare le uscite – comprese quelle al supermercato – saper fare una spesa intelligente diventa di fondamentale importanza per ridurre gli spostamenti e massimizzare il rendimento della dispensa.

Se desiderate sfruttare al meglio le vostre risorse alimentari, e allo stesso tempo mangiare sano e mantenervi in forma, seguite questi semplici consigli su come fare la spesa e programmare la vostra alimentazione.

 

  1. Fate un check degli alimenti che si trovano in frigorifero per verificare quali siano ormai prossimi alla scadenza: sono quelli che dovrete consumare per primi e che, quindi, avranno la priorità nel vostro menù settimanale.
  2. Pianificate un menù settimanale che tenga conto delle preferenze e dei disturbi alimentari dei componenti della famiglia. Vi servirà per seguire una dieta equilibrata e varia, ma soprattutto per avere ben chiaro di quali ingredienti avrete bisogno per preparare i vostri piatti, in modo da stilare una lista della spesa precisa ed efficace.
  3. Pronti per andare a fare la spesa? Attenzione a non dimenticare a casa la lista! Seguirla con rigore vi consentirà di evitare i costi superflui e di ricordare le cose essenziali. Più la lista sarà seguita alla lettera, meno tempo passerete al supermercato, riducendo il rischio di contagio.

 

Quando compilate il menù settimanale, prestate attenzione alle tempistiche di consumo degli alimenti. Se avete in programma di cucinare del pesce, ad esempio, dovrete inserirlo a menù entro qualche giorno successivo alla spesa, perché si tratta di un alimento fresco e facilmente deperibile.

Congelare i cibi è un’ottima soluzione per garantirne la conservazione e disporre di riserve sempre pronte ad essere consumate: potete farlo con la carne, fino a un massimo di 10 giorni, con le verdure, sia crude che già cotte, e anche con la frutta.

Minestre e vellutate possono, invece, essere conservate sottovuoto, all’interno di barattoli di vetro, e tenute in frigorifero per un paio di settimane. Il procedimento è lo stesso valido per marmellate fatte in casa e conserve di pomodoro. Il pane, invece, va preferito fresco, ma dal momento che non ci si può recare al panificio tutti i giorni, è possibile conservarlo in freezer per poi riscaldarlo in forno. In alternativa, può essere sostituito da equivalenti, come la polenta che possiede gli stessi valori nutrizionali.

 

Quando fate la spesa, non fatevi prendere dal panico e cercate di non cadere nella tentazione di acquistare più di quanto abbiate bisogno. Calcolate le quantità di alimenti necessarie per realizzare i vostri menù settimanali senza abbondare troppo: se acquistate del cibo in eccesso poi sarete costretti a buttarlo! Evitate gli sprechi, non solo quelli economici ma anche quelli alimentari: riutilizzate tutto ciò che avanza dalle vostre ricette, se commestibile, e reinventate nuovi piatti usando la creatività.

 

E mi raccomando, di tanto in tanto concedetevi anche qualche sfizio per “addolcire” questa quarantena: del cioccolato, una torta fatta in casa, un pacco di biscotti…ma sempre con moderazione!