Orto a casa? Basta il terrazzo!

Chi ha detto che serve un giardino e molto spazio per portare in tavola prodotti di qualità, sani e genuini, cresciuti con le proprie mani? È possibile impiegare in modo funzionale gli ambienti di casa anche se si tratta di un appartamento. Basterà disporre di un piccolo terrazzo et voilà il gioco è fatto!

 

Annotatevi questa serie di consigli utili da mettere subito in pratica per la realizzazione del vostro orto urbano. Il risultato sarà garantito anche per i meno esperti!

 

Valutate gli spazi

Le piante non sono tutte uguali: ci sono ortaggi che si sviluppano meglio a contatto diretto con il sole, altri che rischiano di bruciarsi e prediligono la mezz’ombra. È fondamentale quindi conoscere le caratteristiche di ogni piantina e organizzare lo spazio esterno disponibile al fine di posizionarla nel luogo più funzionale alla propria crescita.

Per esempio peperoncino e pomodoro richiedono molto sole, mentre lattuga e fragole non amano l’eccessiva esposizione ai raggi solari.

Inoltre è fondamentale ricordare che l’orto urbano spesso si trova in zone trafficate e quindi è maggiormente soggetto alle polveri sottili. Tuttavia il problema dell’inquinamento che si potrebbe depositare sulle vostre produzioni, è arginabile ricordandosi di lavare molto bene foglie e frutti con il bicarbonato. Un suggerimento in più è quello di evitare, se possibile, di piantare sul davanzale ma scegliere ambienti della casa a diretto contatto con il pavimento.

 

Scegliete con cura cosa coltivare

Quando ci si trova a decidere quali prodotti portare sul proprio terrazzo è utile fare immediatamente una distinzione tra piante da frutto, verdure e piantine aromatiche. Vediamo insieme queste tre soluzioni:

  • Per quanto riguarda le erbe aromatiche non ci sono grandi controindicazioni. Via libera quindi a vasi di basilico, maggiorana, erba cipollina, menta, origano, prezzemolo, salvia e timo.
  • Rispetto alle piante da frutto invece è opportuno scegliere piante nanizzanti che, anche in fase di massima espansione, siano gestibili in terrazzo. Sono comunque sconsigliati gli acquisti di meli e ciliegi mentre un’ottima scelta è quella di ricadere su mandarini cinesi, melograno, limoni e ancor meglio tutti i piccoli frutti come ribes e mirtilli.
  • Per chi volesse coltivare anche delle ottime verdurine di produzione propria in pochi mq, sono assolutamente adatti pomodori, zucchine, coste, melanzane, cipolle, aglio e varie tipologie di insalate. Sono tutti prodotti che non richiedono molta terra e che quindi sono perfetti da coltivare in “orti verticali”.

L’idea di creare il proprio orto sul terrazzo di casa è ottima per seguire dalla semina al consumo almeno una parte del cibo che si sceglie di portare in tavola, ma anche per impiegare il tempo trascorso tra le mura domestiche in modo costruttivo e ludico. I bambini adoreranno vedere le piante crescere e i frutti maturare, e gli adulti si rilasseranno con zappa, terra e vasi quasi fosse un piccolo giardino zen.

 

Non vi resta quindi che dare sfogo alla creatività e mettervi al lavoro per creare questo piccolo spazio di felicità anche all’interno della vostra casa!