Lievito di birra: conosci tutti i suoi segreti?

Il lievito di birra è da sempre uno degli ingredienti più misteriosi e sfuggenti da utilizzare in cucina. Nelle ricette non si vede ma c’è, e anzi, se non utilizzato attentamente e nel modo corretto, è capace di rovinare il preparato finale!

 

Oggi vogliamo svelarvi tutti i suoi segreti: da alcuni suggerimenti in cucina alle proprietà che lo contraddistinguono.

 

Il lievito di birra è una sostanza che si assume regolarmente perché è presente in moltissimi piatti: nei dolci, nel pane, nelle focacce e in molti altri cibi!

Esistono diversi tipi di lievito, ma tutti hanno la stessa funzione: produrre anidride carbonica in modo da aumentare il volume dell’impasto.

 

Uno dei dubbi che spesso sorge parlando di lievito di birra è: che differenza c’è tra il lievito di birra disidratato e il lievito di birra fresco? La risposta è: non c’è alcuna differenza! Cambia semplicemente il modo in cui utilizzarlo e conservarlo, ma entrambi assolvono al proprio compito perfettamente:

  • Il lievito di birra fresco si presenta nei classici panetti, si conserva in frigo e, prima di utilizzarlo, andrebbe riportato a temperatura ambiente per poi discioglierlo in acqua tiepida. Questo passaggio riattiva i microrganismi, permettendo una lievitazione più rapida.
  • Il lievito di birra disidratato, invece, si trova essiccato in barattoli o bustine e non deve essere conservato in frigorifero. È usato soprattutto per la preparazione di pane e pizza e deve sempre essere disciolto in acqua tiepida prima dell’utilizzo.

 

Un altro dubbio molto frequente è: Il lievito di birra è nemico del sale?

È vero: il sale inibisce il lievito, ma solo con un prolungato contatto diretto. Se state preparando una ricetta con lievito di birra e sale non succede nulla se entrambi gli ingredienti vengono amalgamati nell’impasto subito dopo. Per togliersi ogni dubbio è bene quindi aggiungerli in momenti separati, l’uno distante dall’altro. Il sale è comunque importante nei lievitati: funge da regolatore del lievito, permettendo una lievitazione regolare ed uniforme.

Se il sale è un piccolo nemico del lievito (come detto, solo in parte) lo stesso non si può dire invece dello zucchero. È sempre bene aggiungere un po’ di zucchero negli impasti, anche in quelli salati, perché quest’ultimo nutrirà il lievito favorendo una perfetta lievitazione.

 

Il lievito di birra non si usa solo in cucina, è molto importante anche per la salute!

Esso è infatti caratterizzato da ricchi nutrienti tra cui Ferro, Calcio, Potassio, Magnesio e Vitamina B. È proprio per la loro presenza, e soprattutto per la Vitamina B, che il lievito di birra porta numerosi effetti benefici: all’apparato cardiovascolare, al fegato, grazie alla sua azione depurativa, all’attività intestinale, grazie alla presenza di fermenti.

Ma i benefici sono innumerevoli: il lievito di birra fa bene alle unghie e ai capelli, migliora il metabolismo, ha effetti positivi sulle ossa, elimina l’eccesso di sebo dalle pelli grasse, previene acne e infine rafforza il sistema immunitario.

Ecco quindi il motivo per cui si possono trovare vere e proprie compresse di lievito di birra, assunte come integratori e supplementi di vitamine e minerali.

 

Insomma, il lievito di birra è vostro alleato in ogni lato della vostra vita: dalla cucina alla salute è un qualcosa di cui difficilmente si può fare a meno!

 

Ora che tutti i suoi segreti sono stati svelati non vi resta che aggiungerlo al carrello dai Supermercati Visotto!