Batch cooking: come pianificare dei pasti salutari per tutta la settimana

È capitato a tutti, almeno una volta, di aver rinunciato ad un pasto salutare a causa del poco tempo a disposizione per stare ai fornelli. Infatti, con una vita sempre più frenetica e impegnata il tempo per cucinare è sempre meno! 

In questi casi si può ricorrere alla tecnica del batch cooking, anche detto prepping, ossia un metodo di organizzazione dei pasti che prevede di cucinare una volta alla settimana, per poi conservare il cibo in frigo oppure in freezer, e consumarlo nei giorni successivi. In questo modo è possibile avere sempre a disposizione cibi preparati con le nostre mani, con materie prime selezionate e non rinunciare ad una alimentazione regolare e sana.

Scopriamo insieme come funziona!

 

Esistono due differenti strategie nell’organizzazione del batch cooking: la prima prevede di cucinare tutto il menù settimanale e conservarlo nelle vaschette. In questo caso la ricetta viene eseguita per esteso e al momento di consumarla la vaschetta viene semplicemente scongelata e riscaldata, se necessario. Questa strategia però richiede più tempo nella fase di preparazione iniziale.

La seconda tecnica consiste nel cucinare tutte le materie prime e conservarle in monodose per poi utilizzarle nel momento in cui si vuole preparare la ricetta. In questo caso, quando necessario, verranno scongelati i prodotti per poi realizzare la ricetta.

Questa strategia invece richiede meno tempo di preparazione iniziale, ma è più laboriosa quando si deve preparare la ricetta.

Entrambe le alternative permettono però di realizzare un menù settimanale sano e ricco di ogni nutrimento necessario al nostro organismo!

 

Per poter applicare con successo la tecnica del batch cooking è necessario: 

  1. Essere consapevoli dei pasti necessari per settimana;
  2. Fare una spesa attenta e ben pianificata per evitare gli sprechi;
  3. Individuare qual è il momento più adatto da dedicare alla cucina;
  4. Considerare le tempistiche necessarie alle varie preparazioni e sapere di avere tempo a disposizione a sufficienza;
  5. Assicurarsi di avere lo spazio necessario in frigo e freezer per potervi riporre tutti i cibi;
  6. Avere contenitori adatti a conservare correttamente gli alimenti; 
  7. Scrivere sui contenitori il cibo al suo interno e la data. In questo modo, sarà più facile tenere tutto sotto controllo ed evitare gli sprechi. 

 

 

Tra i vantaggi di questa abitudine culinaria vi è:

 

  1. Minor spreco alimentare: cucinare ciò che è stato acquistato nel giro di poco tempo riduce enormemente lo spreco di alimenti. 
  2. Minori spese: acquistare prodotti freschi rispetto a quelli a lunga conservazione, spesso costosi, fa risparmiare
  3. Riduzione dei rifiuti: la spesa di materia prima fresca favorisce un ciclo sostenibile a favore del compostaggio. 
  4. Ritmi più regolari nei pasti giornalieri e abitudini più salutari per l’organismo con una dieta equilibrata, ricca di verdure, legumi e cereali integrali.
  5. Maggiore velocità: si evita di perdere tempo ogni giorno per la preparazione del cibo. 

 

Infine, è bene sapere che ci sono piatti ed alimenti che meglio di altri si prestano al batch cooking, perché si mantengono inalterati. Si tratta ad esempio di sughi per la pasta, minestroni di verdure, legumi, pasta al forno, polpette e hamburger, cotolette di verdure o di carne, pesto, brodo vegetale o di carne.

 

Ora che conoscete tutti i segreti di questa interessante e utile pratica, non vi resta che sperimentarla, così da ricavare più tempo per voi stessi durante la settimana ed avere un'alimentazione sana e nutriente tutti i giorni!