Marmellate invernali fatte in casa: ad ogni stagione le sue ricette

marmellate invernali

Manca poco ormai e l’inverno lascerà definitivamente spazio alla primavera, ma anche in questo periodo è possibile fare il pieno di golosità ed approfittare dei frutti di stagione per preparare deliziose marmellate fai da te per conservare i sapori di questo periodo anche nei prossimi mesi.

I primi consigli che vi diamo, prima di passare alle ricette delle marmellate invernali fatte in casa, si riferiscono agli ingredienti che dovrete utilizzare per preparare la ricetta nel migliore dei modi. Scegliete prima di tutto prodotti di stagione e in piena attività produttiva, in modo che la marmellata sia ricca di gusto. Se siete amanti delle spezie è possibile sbizzarrirsi con gli aromi, ad esempio la cannella e lo zenzero, ma potete anche spaziare nelle ricette sostituendo lo zucchero semolato con quello di canna. Per quanto riguarda la quantità di quest’ultimo ingrediente solitamente varia a seconda del tipo e del grado di maturazione della frutta: in genere si usano 750 gr di zucchero per 1 kg di frutta pulita, ma per la frutta più acida il rapporto può anche arrivare a 1:1.

Passiamo ora alle varie tipologie di marmellate invernali fatte in casa, che vi consigliamo di provare per la loro bontà, per la loro genuinità e per il gusto che vi scalda il cuore.

La prima ricetta che vi proponiamo è per la marmellata di clementine, un frutto molto apprezzato per essere succoso e delicato. Il procedimento è molto semplice: fate bollire le clementine intere per 10 minuti, quindi frullate i frutti interi e metteteli a cuocere in un tegame insieme allo zucchero. La marmellata di clementine è ottima per essere spalmata su biscotti e amaretti.

Un’altra golosissima idea a base di agrumi è quella della marmellata di arance e mandorle. Dopo aver pelato i frutti senza incidere la parte bianca, tagliatene la buccia a striscioline e fatele bollire per 10 minuti. Mettete poi la polpa delle arance pelata a vivo in un tegame insieme a allo zucchero e alle scorze e fate bollire tutto fino a ottenere un composto della consistenza tipica della marmellata. Se vi sembra troppo disomogenea, date una frullata con il mixer quindi aggiungete le mandorle a scaglie sottili. Questa confettura è ottima per le crostate e torte in generale, ma anche per accompagnare formaggi saporiti di varie stagionature.

Originale e gustosissima, poi, è la confettura di zucca, che può essere ulteriormente arricchita con diversi abbinamenti. Per prepararla sarà sufficiente far bollire la zucca tagliata a cubetti con lo zucchero e il succo di un limone fino a raggiungere una consistenza densa e omogenea. Se volete azzardare, sbriciolateci dentro anche qualche amaretto o aromatizzate con un po’ di liquore all’arancia. I più audaci potranno anche sperimentare l’abbinamento con cardamomo o con una spolverata di peperoncino. Otterrete una confettura perfetta da abbinare ai piatti di carne o per riempire ravioli dolci.

Concludiamo il nostro viaggio tra le marmellate invernali con la confettura di pere e limoni, che vi stupirà per la versatilità negli abbinamenti. Il procedimento anche qui è molto semplice: basta tagliare la pera a cubetti, senza la buccia, unire la scorza di più limoni, lo zucchero, e cuocere fino a ottenere la consistenza desiderata. Anche in questo caso, provate l’abbinamento con i formaggi stagionati o con torte soffici al cioccolato.

Tre semplici ricette di marmellate invernali con cui potrete stupire le persone che vi stanno intorno e con cui potrete gustare ancora i prodotti stagionali che tenete in casa, ma in modo diverso.