Le proprietà e i benefici del pompelmo

pompelmo

Tra le moltissime varietà di frutta da integrare in una dieta equilibrata e ricca di fibre si fa spazio il pompelmo, un agrume dal gusto leggermente amarognolo ma dalle diffuse proprietà benefiche per l’organismo. Questo frutto si può presentare sotto forma di diverse gradazioni di colore diverse: nei banchi del mercato infatti possiamo trovare il pompelmo giallo, rosa o rosso. A cambiare tuttavia non è solo il colore, ma anche il gusto e alcune specifiche proprietà. Vediamo insieme allora le peculiarità di ogni singola varietà di pompelmo, che in ogni caso si presenta succoso, salutare e perfetto per essere gustato in svariati modi.

Il pompelmo giallo, spesso definito anche pompelmo bianco per il colore della polpa, presenta un gusto più acido rispetto alle altre varietà e viene solitamente integrato nelle diete a regime ipocalorico per il suo basso apporto di grassi e l’effetto altamente diuretico. Questa tipologia di agrume si caratterizza inoltre per essere ricco di vitamine e sali minerali come il calcio, il magnesio, il fosforo e il potassio. Grazie a queste sostanze nutritive il pompelmo giallo ricopre particolari funzioni antiossidanti per l’organismo ed è indicato per depurare l’intestino e l’apparato digerente.

Il pompelmo rosa presenta un gusto più dolce rispetto al precedente: questa varietà di agrume deriva infatti dalla fusione tra un pompelmo giallo e un’arancia ed è proprio grazie a questa combinazione che il sapore amarognolo risulta meno evidente. Anche in questa varietà è presente una grande quantità di sali minerali e vitamine, in particolare la A: le funzioni principali sono quindi quelle antiossidanti e diuretiche. A rendere questo frutto ancor più nutriente si aggiunge anche la presenza di sostanze, come la neringenina, in grado di ridurre il colesterolo e la glicemia nel sangue.

Il pompelmo rosso infine si può associare per proprietà e benefici al pompelmo rosa, ma si distingue per il colore più scuro e la maggior presenza di sostanze antiossidanti, come il licopene e il betacarotene, utili a proteggere l’organismo dalle cellule tumorali e dallo stress ossidativo. Oltre a queste funzioni, il pompelmo rosso contribuisce alla depurazione del fegato dalle sostanze tossiche, alla produzione di collagene per una pelle più elastica e al rafforzamento del sistema immunitario.

Il pompelmo è quindi un grande alleato per la protezione e la difesa dell’organismo e sebbene il suo gusto risulti nella maggior parte dei casi aspro e amarognolo vi sono svariate modalità per integrarlo in una dieta. Il pompelmo può infatti essere consumato al naturale, rimuovendo la buccia e mangiandolo a spicchi, oppure con un po’ di zucchero per renderlo più dolce e invitante. In quest’ultimo caso sarà sufficiente tagliare a metà il frutto e spolverarlo con un po’ di zucchero per poi consumarlo con l’aiuto di un cucchiaino. In alternativa è possibile assaporarne solo il succo e realizzare così una spremuta, accompagnata magari da altri agrumi.
Inutile dire quindi che il pompelmo fa bene e, se aggiustato con un tocco di zucchero, può essere gustato anche dai palati più delicati: non resta che inserirlo nella propria alimentazione e trarne tutti i benefici che offre!