Giornata Mondiale dell’Alimentazione

Il 16 ottobre è la data designata per celebrare la Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

Il tema di quest’anno? “Le nostre azioni sono il nostro futuro. Un'alimentazione sana per un mondo #FameZero”.


Quali sono le azioni che possono davvero influire sul nostro futuro? Proprio tutte, a cominciare dall’alimentazione.

 

I numeri parlano chiaro e purtroppo non dicono nulla di buono: circa oltre 800 milioni di persone soffrono la fame, 1,9 milioni sono in sovrappeso e 672 milioni sono obese; tra queste ultime, non vi sono solo adulti ma soprattutto adolescenti e bambini, che vivono una vita limitati dal loro peso.

 

La giornata mondiale dell’alimentazione punta a ricordare che non solo dobbiamo sentirci toccati in prima persona da queste statistiche ma che, nella maggior parte dei casi, ne siamo anche gli artefici. Si stima infatti che almeno un terzo del cibo prodotto nel mondo vada sprecato o perduto, diventando così un’ulteriore causa dell’inquinamento ambientale.

 

L’evento è arrivato al 74° anniversario ed è uno dei giorni più importanti nel calendario ONU che, con eventi organizzati in tutti gli uffici della FAO, spingerà governi e autorità locali a sensibilizzare tutti i Paesi rispetto all’obiettivo di questa edizione, #FameZero per eliminare la fame nel mondo entro il 2030.

 

Come poter raggiungere questo traguardo?

Innanzitutto è importante educare alla sensibilizzazione sul cibo sia grandi che piccoli.

Purtroppo negli ultimi decenni, a causa della globalizzazione e dell’urbanizzazione, le diete e i modelli alimentari sono cambiati così radicalmente che non si utilizzano più prodotti di stagione, si cucina sempre meno in casa e si prediligono supermercati e fast food con alimenti già pronti, da asporto o veloci da cucinare.

 

Diventa essenziale quindi prediligere la consumazione di cibi genuini e di stagione e evitare i cibi “spazzatura”; scegliere prodotti sostenibili e/o a km zero; evitare eccessi di zuccheri, grassi e altri ingredienti poco salutari se consumati in eccesso.

 

Seguire una dieta sana, sostenibile ed equilibrata aiuta a rispettare non solo noi stessi, ma anche il nostro pianeta!