Le piante aromatiche da tenere in terrazzo

piante aromatiche

Cosa c’è di più piacevole che svegliarsi alla mattina e sentire un fresco e intenso profumo provenire dal terrazzo? Con un po’ di accortezza e qualche informazione sulla vita delle piante, non sarà così difficile ricreare nel proprio appartamento uno spazio verde per godere della bellezza e dell’utilità di questo angolo di natura.

Tra le varie tipologie di piante da poter coltivare nel proprio terrazzo, quelle aromatiche si rivelano tra le più interessanti grazie alle molteplici funzionalità: oltre a colorare e profumare l’ambiente si prestano molto bene ad essere utilizzate in cucina nella preparazione di ricette o come decoro nella fase di impiattamento; sono impiegate, inoltre, per creare dei colorati e profumati centrotavola e a volte vengono sfruttate per le proprietà e le note aromatiche nella realizzazione di infusi o tisane dal gusto intrigante.

Non è quindi necessario possedere un giardino per poter goderne di tutti i benefici, ma è sufficiente un terrazzo o un balcone su cui posizionarle e la giusta volontà di prendersene cura.

Ma quali sono le piante aromatiche più diffuse e che tipo di contesto prediligono per una più facile sopravvivenza? Scopriamolo subito, illustrandone anche le diverse utilità in cucina e in generale nell’ambiente domestico.

Tra le più conosciute troviamo il basilico, una pianta dal profumo inconfondibile che si adatta bene sia a temperature molto basse sia a climi afosi e che predilige una posizione soleggiata. È importante annaffiarla regolarmente, preferendo come momento della giornata la mattina presto. In cucina il basilico viene utilizzato nella preparazione di molte ricette, specialmente nei sughi come quello al pomodoro o al pesto, e viene aggiunto solo a cottura ultimata per mantenerne profumo e proprietà.

Sul terrazzo possiamo coltivare anche il rosmarino, una tra le più profumate e resistenti piante aromatiche che esistano: non richiede infatti molte cure e sarebbe consigliato annaffiare il terreno sporadicamente. Poiché in natura cresce in luoghi aridi e sabbiosi, è preferibile posizionarlo nei punti più soleggiati e proteggerlo invece dal vento freddo dell’inverno. In cucina il rosmarino viene soprattutto utilizzato per aromatizzare focacce o per impreziosire le cotture al forno di carne, pesce e patate. É curioso sapere inoltre che funge da rimedio naturale contro le zanzare grazie al suo profumo intenso e viene spesso impiegato nella cosmesi attraverso il suo concentrato di oli essenziali utile per la salute di pelle e capelli.

Anche il prezzemolo, con il suo colore verde brillante, contribuirà ad abbellire il vostro angolo di natura. Utilizzato in cucina in qualsiasi tipo di preparazione, il prezzemolo vi sarà davvero d’aiuto in ogni occasione. Fate però attenzione a non esporlo troppo alla luce diretta del sole: la pianta richiede infatti luoghi di penombra e difficilmente tollera sbalzi termici e temperature troppo basse o troppo alte. Per garantirle una vita più lunga dovrete quindi prestare maggiore attenzione, specialmente nei mesi più freddi dell’inverno e in quelli più caldi dell’estate.

Un’altra piante aromatica perfetta per arricchire e profumare il vostro terrazzo potrebbe essere la mentuccia (da non confondere con la menta), utilizzata soprattutto per la preparazione di tisane grazie alle numerose proprietà digestive che regolarizzano l’intestino.

E ancora, il timo, l’origano, la salvia, la maggiorana, l’erba cipollina, il finocchietto e il dragoncello.

Insomma, sono davvero tante le piante aromatiche in grado di rendere il vostro terrazzo una fonte di benessere e naturalezza per occhi, naso e palato. Quello che serve è solo un po’ di passione e buona volontà.